Cose da non fare mai in cucina

 

 

pericolo

cose da non fare in cucina

pericolo

 

           

In cucina, se pur armati di tanta buona volontà ed entusiasmo spesso commettiamo alcuni errori che potrebbero mettere a rischio la buona riuscita del nostro piatto, se non addirittura compromettere la nostra sicurezza, non dimentichiamo che abbiamo a che fare con fuoco, olio e acqua bollente ovvero tutti agenti in grado di provocarci profonde e gravi ustioni quindi okkio!!!! Non buttate ingredienti bagnati in olio caldo, non friggete con oli troppo caldi, usate sempre presine imbottite, attenzione a sollevare coperchi di pentole in ebollizione, la vampata di vapore potrebbe cogliervi in viso, proteggetevi sempre e ricordate che le precauzioni non sono mai troppe.

La preparazione errata degli impasti o l’utilizzo di una pentola sbagliata ci fanno perdere tempo costringendoci a dover ripetere tutte le operazioni da capo.  Per evitare di sprecare tempo e cibo, ecco un elenco cose da non fare :

 

Far scongelare gli alimenti prima di cuocerli. Ci sono alcuni alimenti come ad esempio le pizze surgelate, bastoncini e sofficini che non richiedono di essere scongelati prima della cottura. Potete farli cuocere in forno o tuffarli nell’olio bollente in caso di frittura: manterranno la giusta consistenza. Cosa molto importante tutti i prodotti surgelati una volta scongelati non vanno più ricongelati

 

Utilizzare sempre una pentola antiaderente. Non tutti i cibi vanno cotti con questo tipo di pentola poiché trasferisce il calore lentamente. Questo la rende adatta soltanto ai cibi delicati come il pesce e le uova. Nel caso delle carni, invece, la pentola antiaderente è poco adatta.

 

Riempire troppo la pentola. Rischiamo di ottenere scarsi risultati se esageriamo con il contenuto della pentola. Il calore dei fornelli viene assorbito dai cibi che si trovano sul fondo creando vapore. Questo rende i cibi restanti molli. Per evitare situazioni del genere è necessario assorbire l’umidità dei cibi con un panno.

 

Far riscaldare troppo l’olio. Se lasciamo l’olio troppo tempo sul fuoco rischiamo di bruciarlo. Questo può provocare cattivi odori se non addirittura un incendio, nei casi più gravi. Quindi, saremo costretti a far arieggiare la cucina ed a sprecare detersivo, per pulire a fondo la padella.

 

Frullare troppo gli impasti. L’utilizzo del frullatore alla massima velocità non sempre ci aiuta a risparmiare tempo. Molto dipende dagli ingredienti frullati. Nel caso della farina, ad esempio, è meglio impostare una bassa velocità per non ottenere, poi, degli impasti gommosi.

Usare il coltello sbagliato. Il coltello non è universale ma dipende dal tipo di cibo. Se utilizziamo quello sbagliato, rischiamo di comprometterne il sapore. Il coltello seghettato, ad esempio, possiamo utilizzarlo per tagliare il pane ed i bignè. Quello grande con la lama larga, invece, serve per tritare ed affettare gli alimenti.

 

Tenere i pomodori in frigo. Una temperatura troppo bassa li rende insapore. Per questo vanno conservati, in un luogo asciutto, dentro una busta di cartone con dei piccoli fori e mai esposti direttamente alla luce del sole.

 

Sottovalutare la frittura. Alcune pietanze richiedono la frittura di determinati ingredienti. In questi casi è opportuno lasciare scaldare la padella per almeno due minuti e poi versare l’olio oppure il burro, che formeranno uno strato antiaderente. Utilizzare una padella troppo calda può bruciare gli ingredienti. L’aglio, ad esempio, diventa scuro ed amaro se cuoce più di dieci minuti, compromettendo, poi, il sapore degli altri ingredienti.

 

padella in fiamme
padella in fiamme

 

Girare troppo la carne. La cottura delle carni richiede attenzione e pazienza. Non basta farle fare quattro salti in padella per ottenere una cottura adeguata. Girare troppo e velocemente la carne le farà perdere troppi liquidi rendendola stopposa.

 

 

Affettare l’arrosto quando è caldo. Se dovete cucinare l’arrosto, fate attenzione a non affettarlo quando la carne è ancora calda poiché tende a disperdere il succo. Quindi dobbiamo lasciarlo riposare per 10 minuti prima di tagliarlo.

 

Utilizzare i cibi precotti e congelati, dato che hanno una grande quantità di grassi, zuccheri e sale. Scegli invece dei prodotti naturali e freschi, in cui puoi controllare la quantità di grassi, sale e zucchero. Ci vuole un po’ più di lavoro, ma sia il gusto che i valori nutrizionali sono decisamente migliori.

 

Acquistare i prodotti freschi senza un adeguato controllo.  Prenditi il tempo necessario per scegliere i pezzi migliori per qualità, consistenza e colore. Prendi sempre gli ingredienti più freschi e di maggior qualità che ti puoi permettere. Questa attenzione renderà la tua ricetta un’esperienza soddisfacente con grandi risultati e apprezzamenti da parte dei commensali. Inoltre dovresti imparare a cucinare prodotti di stagione, dato che il loro sapore sarà migliore.

 

sostituire gli ingredienti. Specialmente se sei alle prime armi, non sei ancora in grado di comprendere come possono interagire con gli altri ingredienti della ricetta, e potresti rovinare tutto. Quando sarai più esperto, avrai la capacità di prevedere il risultato e di fare le dovute sostituzioni.

 

La posta Di nonna Tina  

Manda i tuoi suggerimenti o le tue ricette a: Chef Mariano

Tasto chef   Torna a :   MondoCucina

 

 

Seguimi anche su Instagram